SPID obbligatorio per tutti dal 2019

Lo SPID , ovvero il  Sistema Pubblico di Identità Digitale, che consente ai soggetti privati accreditati, l’accesso ai servizi online della Pubblica Amministrazione  tramite una identità digitale, diventerà obbligatorio per tutti dal partire dal prossimo anno.

Dove viene utilizzato lo SPID?

Lo SPID non è altro che un documento di identità virtuale composto da un nome utente e una password,  legato esclusivamente al singolo cittadino, e viene utilizzato per accedere principalmente ai servizi proposti dall’Agenzia delle Entrate accessibili attraverso il portale https://telematici.agenziaentrate.gov.it .

Come si richiede lo SPID?

Innanzitutto per richiedere lo SPID bisogna aver compiuto 18 anni, avere un indirizzo email, fornire un numero di cellulare utilizzato normalmente, il documento di identità e la tessera sanitaria.

La presentazione della domanda di richiesta al rilascio dello SPID andrà fatta ad uno degli 8 identity provider ammessi a tale servizio, ovvero:

  1. ArubaID (a pagamento)
  2. Infocert (a pagamento)
  3. Intesa ID (a pagamento)
  4. NamirialID
  5. PosteID
  6. SielteID
  7. SPIDItalia (a pagamento)
  8. TIMID ( gratuito fino al 31.12.2018)

La registrazione consiste in 3 step:

  1. Inserire i dati anagrafici
  2. Creare le tue credenziali SPID
  3. Effettuare il riconoscimento

I tempi di rilascio dell’identità digitale dipendono dai singoli Identity Provider.

Ci sono altri modi per ottenere lo SPID?

Per ottenere lo SPID è possibile utilizzare un’altra modalità che prevede l’uso della firma digitale, carta d’identità elettronica (CIE) o carta nazionale dei servizi (CNS) . In questo caso si avrà bisogno di un lettore di smart card da collegare al computer e che la CIE e la CNS debbano essere preventivamente abilitate per l’utilizzo dei servizi online.
Se si è in possesso di CIE, CNS o firma digitale si potrà completare la procedura online con Aruba, Infocert, Poste Italiane, Sielte e Tim.
Se si dispone di CNS o firma digitale si potrà scegliere anche tra Namirial e Register.
Se si dispone di firma digitale si potrà scegliere il servizio Intesa.

E’ necessario precisare però, che SPID e Carta Nazionale dei Servizi attualmente coesistenti,  hanno usi e scopi in parte diversi .
A differenza della Carta Nazionale dei Servizi – che non è completamente dematerializzata – per l’uso dell’identità SPID non è necessario alcun lettore di carte e può essere utilizzata in diverse modalità (da computer fisso o da mobile).

Dove posso utilizzare lo SPID?

Lo SPID attualmente può essere utilizzato per i servizi di oltre 4000 amministrazioni pubbliche.
Con questo link è possibile fare una ricerca per categoria o per città, per le quali è attivo l’accesso ai servizi tramite SPID .

Lo SPID diventa obbligatorio per tutti i cittadini dal 2019 come fare richiesta

 

error: contenuto protetto