SGRAVIO ALLE IMPRESE CHE ASSUMONO LAUREATI CON LODE

Presente nella bozza della Legge di Bilancio 2019 portata alla Camera lo scorso 31 ottobre 2018 il Bonus Occupazionale Giovani Eccellenze.

Cos’è il Bonus Occupazionale Giovani Eccellenze?

Nella bozza del DDL Bilancio, all’art. 50 si legge che “ai datori di lavoro privati che dal 1° gennaio 2019 fino al 31 dicembre 2019, che assumono con contratto subordinato a tempo indeterminato laureati, ovvero di dottori di ricerca, in possesso dei requisiti al comma 2, viene riconosciuto un incentivo in forma di esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, ad eccezione dei premi e contributi INAIL, per un periodo massimo di 12 mesi dall’assunzione, nel limite massimo di 8000 euro per ogni assunzione effettuata.

Quali sono le Giovani Eccellenze che le imprese possono assumere con lo sgravio contributivo?

L’esonero viene riconosciuto alle imprese che assumo a tempo indeterminato:

  1. cittadini italiani in possesso di laurea magistrale, ottenuta dal 1 gennaio 2018 al 30 giugno 2019, con una votazione di 110 e lode entro la durata legale del corso di studi, prima del 3oesimo anno di età , in università statali e non statali legalmente riconosciute, ad eccezione delle università telematiche;
  2. cittadini in possesso di un dottorato di ricerca ottenuto dal 1 gennaio 2018 al 30 giugno 2019 prima del 30esimo anno di età, in università statali e non statali legalmente riconosciute, ad eccezione delle università telematiche.

Le assunzioni con esonero potranno avvenire anche per contratti a tempo parziale, ma con incentivo proporzionalmente ridotto,  purchè con contratto a tempo indeterminato.
Lo sgravio sarà applicato anche alle trasformazioni di contratto avvenute tra il 1 gennaio 2019 ed il 31 dicembre 2019 da tempo determinato a indeterminato, sempre però per i soggetti aventi le caratteristiche sopraindicate.

Quando non può essere applicato lo sgravio?

L’esonero dal versamento contributivo non può essere applicato in caso di contratto di lavoro domestico, e non viene riconosciuto neanche ai datori di lavoro privati che nei 12 mesi precedenti all’assunzione, abbiamo provveduto a licenziamenti per giustificato motivo oggettivo, ovvero licenziamenti collettivi nella medesima unità produttiva dove si intende effettuare la nuova assunzione godendo dello sgravio.

Inoltre, c’è da precisare che l’esonero dal versamento contributivo per le aziende che assumeranno i giovani trentenni laureati ” 110 cum laude”, potrà essere cumulato con altri incentivi all’assunzione di natura economica o contributiva, definiti su base regionale o nazionale.

sgravio contributivo per assunzioni a tempo indeterminato di laureati con lode

 

 

error: contenuto protetto