SCADENZE FISCALI LUGLIO : quali sono le scedenze fiscali di questo mese?

Quali sono le scadenze fiscali per i soggetti Iva da pagare entro il 16 di luglio 2018?

Quante e quali scadenze fiscali dovranno affrontare i contribuenti italiani entro il 16 luglio?
Innanzitutto i contribuenti interessati alle scadenze del 16 luglio sono : Imprenditori artigiani e commercianti, agenti e rappresentanti di commercio, i lavoratori autonomi, professionisti titolari di partita Iva iscritti o non iscritti in albi professionali, Società di persone, società semplici, Snc, Sas, Studi Associati, Società di capitali ed enti commerciali, SpA, Srl, Soc. Cooperative, Sapa, Enti pubblici e privati diversi dalle società, Istituti di credito, Sim, altri intermediari finanziari, società fiduciarie, Enti che non svolgono attività commerciali.

Cosa pagare entro il 16 di luglio?

Per i lavoratori autonomi, i professionisti titolari di partita Iva le scadenze previste per il 16 luglio riguardano :

  • il Versamento 2° rata dell’addizionale regionale all’Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, dovuta per l’anno d’imposta 2017, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,16%;
  • il Versamento 2° rata dell’addizionale comunale all’Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2017 e di primo acconto per l’anno 2018, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,16%;
  • il Versamento 2° rata dell’addizionale delle imposte sui redditi nella misura del 25% sulla produzione e vendita di materiale pornografico o di incitamento alla violenza (c.d. tassa etica), a titolo di saldo per l’anno 2017 e di primo acconto per l’anno 2018, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,16%

Per Imprenditori, commercianti e  artigiani avranno a che fare con :

la Liquidazione e versamento dell’Iva relativa al mese precedente o del secondo mese precedente per i soggetti che hanno affidato a terzi la contabilità;

il Versamento  5° rata del saldo IVA relativo all’anno d’imposta 2017 risultante dalla dichiarazione annuale con la maggiorazione dell’1,32% mensile a titolo di interessi;

il Versamento 2° rata del saldo IVA relativo al 2017, per i titolari di P.Iva, risultante dalla dichiarazione IVA annuale, maggiorata dello 0,40% per mese o frazione di mese per il periodo 16/03/2018 – 30/06/2018, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,16%

il Versamento 2° rata del saldo IVA relativa all’anno 2017 risultante dalla dichiarazione IVA annuale, in caso di regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità, maggiorata dello 0,40% per mese o frazione di mese per il periodo 16/03/2018 – 30/06/2018, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,16%

il Versamento della 2° rata dell’Iva relativa ai maggiori ricavi o compensi indicati nella dichiarazione dei redditi, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,16%, in caso di adeguamento alle risultanze degli studi di settore.

 

error: contenuto protetto