PRIVACY IN VACANZA : attenzione a selfie, foto, shopping online e chat

Pubblicato dal Garante della Privacy una sorta di vademecum vacanziero per selfie-dipendenti e per tutti coloro che proprio non possono fare a meno di scattare foto e postare sui social network o fare shopping online soprattutto quando sono in vacanza.

Informazioni, suggerimenti, utili consigli, chiamateli come volete, ma queste interessanti osservazioni inserite in questa sorta di vademecum per le vacanze pubblicato qualche giorno fa dal Garante della Privacy ,  faranno certamente riflettere a coloro che proprio dei social network non possono farne a meno.

Si comincia con gli amanti dei “selfie”, ricordando che non tutti sono felici far parte di foto di sconosciuti poi postate sui social, soprattutto se si tratta di minori, anche perchè non si possono pubblicare foto con soggetti che non hanno dato il proprio consenso.

Il consiglio del Garante ? 

”  Se si postano foto o video in cui compaiono altre persone, è sempre meglio prima accertarsi che queste siano d’accordo, specie se si inseriscono anche dei tag con nomi e cognomi. E’ abitudine diffusa condividere foto e video dei propri figli. E’ bene essere sempre consapevoli che le immagini dei minori pubblicate on line possono finire anche nelle mani di malintenzionati: meglio quindi evitare di “postarle”, oppure almeno utilizzare alcune accortezze, come rendere irriconoscibile il viso del minore (ad esempio, utilizzando programmi di grafica per “pixellare” i volti, semplici da usare e disponibili anche gratuitamente online, o posizionando semplicemente sopra una “faccina” emoticon), oppure limitare le impostazioni di visibilità delle immagini solo alle persone fidate.

Lo stesso vale per l’uso dei droniè meglio evitare di invadere gli spazi personali e l’intimità delle persone. La diffusione di riprese realizzate con il drone (sul web, sui social media, in chat) può avvenire solo con il consenso dei soggetti ripresi, fatti salvi particolari usi connessi alla libera manifestazione del pensiero, come quelli a fini giornalistici. 

Per coloro che non vogliono far sapere dove stanno trascorrendo le loro vacanze , disattivare le opzioni di geolocalizzazione di smartphone e tablet (se non indispensabili per specifici servizi), oltre a quelle dei social network utilizzati, facendo attenzione anche a cosa postate, perchè far sapere che state facendo l’aperitivo sulla spiaggia a 700km da casa vostra, potrebbe essere interessante per qualche mal intenzionato, perchè ricordate che ” i social-ladri” non vanno in vacanza.

Attenzione a non accettare sconosciuti nella cerchia di amicizie on line.
E’ bene controllare le impostazioni privacy dei social network utilizzati, limitando magari la visibilità e la condivisione dei post ai soli amici.
E’ bene attivare particolari misure di sicurezza, come il controllo degli accessi al proprio profilo social o un codice di sicurezza da ricevere via sms o e-mail nel caso si acceda ai social network da dispositivi diversi da quelli abituali. In questo modo è possibile accorgersi in tempo di eventuali accessi abusivi alle proprie pagine social personali e di furti di identità. Durante un viaggio può capitare di utilizzare il pc di un Internet café o una postazione web messa a disposizione dall’albergo per controllare l’e-mail personale o i propri profili social. E’ importante in questi casi ricordare – una volta terminata la consultazione – di “uscire” dagli account, rimuovendo così ogni impostazione che consenta di salvare le proprie credenziali nei browser di navigazione.

Attenzione ad eventuali messaggi che contengono offerte straordinarie riguardo viaggi e affitti di case per le vacanze, perchè il più delle volte chiedono di cliccare su un link che richiedono poi dati personali o bancari. Inoltre cliccare su un allegato, o aprire un link sconosciuto potrebbe far installare virus o software il cui scopo è quello di rubare informazioni o credito dal vostro telefono o conto bancario. Pertanto, in generale, “se si utilizzano servizi online per prenotare hotel, viaggi aerei, automobili a noleggio, ecc., è più prudente usare carte di credito prepagate o altri sistemi di pagamento che permettono di evitare la condivisione di dati del conto bancario o della carta di credito. ” 

Ricordate che molti istituti bancari hanno da tempo attivato dei sistemi di alert che avvisano in tempo reale delle transazioni che avvengono sul conto o sulla carta di credito, per accorgersi di eventuali addebiti non autorizzati e segnalarli immediatamente alla propria banca.

” Altra accortezza importante è controllare che l’indirizzo internet dei siti su cui si fanno pagamenti on line non appaia anomalo (ad esempio, verificare se non corrisponde al nome dell’azienda che dovrebbe gestirlo) e se vengono rispettate le procedure di sicurezza standard per i pagamenti on line (ad esempio, la URL – cioè l’indirizzo – del sito deve iniziare con “https” e avere il simbolo di un lucchetto)”. 

Attenti alle app per giochi, film, sondaggi, e suggerimenti turistici, possono nascondere dei virus o attivazioni di servizio a pagamento. Meglio scaricare dagli store ufficiali, leggere le recensioni sull’app, verificare se ci sono segnalazioni su problemi di sicurezza, inserire sullo smartphone il blocco per i minori.

Fate attenzione all’uso delle wi-fi free, perchè non si è certi degli standard di sicurezza impostati per proteggere il wi-fi da virus e rischi di intrusione, per cui evitate di accedere a servizi online che richiedono credenziali di accesso (ad esempio, alla propria webmail, ai social network, ecc.),  e di fare acquisti on line con la carta di credito oppure utilizzare il conto bancario on line.

Ricordate che siete in vacanza? bene, sapete anche che è facile perdere delle cose o purtroppo anche essere derubati… allora prima di partire il consiglio è di non conservare dati troppo personali sui device (ad esempio, password o codici bancari), evitare che i browser e le app memorizzino le credenziali di accesso a siti e servizi (ad esempio, posta elettronica, social network, e-banking).
Per proteggere i dati contenuti nei dispositivi, conviene impostare un codice di accesso sicuro e conservare con cura il codice IMEI, che si trova sulla scatola al momento dell´acquisto e che serve a bloccare il dispositivo a distanza. Prima di partire potrebbe inoltre essere utile fare un backup di tutte le informazioni (numeri di telefoni, foto, ecc.).

Attenzione alle chat, agli sms , o ai sistemi di messaggistica in generale, tanti messaggi potrebbero nascondere virus , malware o spam, quindi evitare di rispondere a sconosciuti, o alle tipiche “catene” di messaggi raccolta fondi per “aiuti a bimbi bisognosi”, “di fortuna e felicità per il futuro”, e simili.

Insomma, andate in vacanza con consapevolezza e fate attenzione alla vostra privacy!

selfie in vacanza attenzione alla privacy

Consigli-flash-per-tutelare-la-tua-privacy-se-metti-immagini-online-1.pdf

 

 

 

error: contenuto protetto