LEGGE DI BILANCIO 2020: COSA CAMBIA PER I FORFETTARI

Tra le nuove disposizioni in materia fiscale introdotte dalla Legge di Bilancio 2020 approvata lo scorso 16 ottobre dal Consiglio dei Ministri, fanno capolino importanti cambiamenti per i contribuenti in regime forfettario.

Cosa cambia per i regimi forfettari con la nuova Legge di BIlancio 2020?

Premesso che non si hanno ancora i testi definitivi, ma dalle informazioni in circolazione pare si voglia introdurre il sistema del regime analitico per la determinazione del reddito in base ai costi e ai ricavi effettivi per i redditi tra 30.000 e 65.000 euro

Questo significa in altri termini che i contribuenti forfettari, pur rimanendo esonerati dall’obbligo di conservazione delle fatture e di tenuta dei registri contabili, dovranno tenere un minimo di contabilità conservando tutti i documenti inerenti al sostenimento dei costi quanto meno per la determinazione del reddito. 

Bisognerà quindi redigere una sorta di prima nota contabile dove registrare le fatture dei fornitori e clienti, le spese sostenute per l’attività, gli incassi ed i pagamenti relativi alla gestione dell’attività stessa , che dovranno avvenire su di uno specifico conto corrente dedicato solo alla professione, dove appunto far transitare tali movimenti.  

Altre disposizioni riguardano la reintroduzione dei limiti di 20 mila euro per l’acquisto di beni strumentali, di 30 mila euro da lavoro dipendente come causa ostativa al regime forfettario, ed il limite dei 5 mila euro per i compensi di collaboratori o dipendenti.

Come indicato in premessa però, attendiamo i testi definitivi, anche per confermare la fuoriuscita immediata dal regime forfettario nel caso di superamento del limite di 65.000 euro, che ad oggi è prevista dall’anno successivo a quello in cui avviene il superamento del limite. 

legge di bilancio 2020 arrivano importanti cambiamenti per i forfettari Condividi il Tweet

Cos’altro prevede la nuova Legge di Bilancio 2020 per le imprese ?

 

Diversi sono i provvedimenti di questa nuova Legge di Bilancio, tra i quali la riduzione del cuneo fiscale per i lavoratori dipendenti con redditi fino a 35 mila euro a partire da luglio 2020;  un “ piano  cashless ” con l’obiettivo di aumentare i pagamenti elettronici, l’introduzione di un super bonus da riconoscersi all’inizio del 2021 in relazione alle spese effettuate con strumenti di pagamento tracciabili nei settori in cui è ancora molto diffuso l’uso del contante ,  nonché l’istituzione di estrazioni e premi speciali per le spese pagate con moneta elettronica e sanzioni per la mancata accettazione dei pagamenti con carte di credito o bancomat.

 

Seguono poi lo stanziamento di nuove risorse per proseguire il programma “Industria 4.0” per sostenere gli investimenti privati per favorire il rinnovo dei sistemi produttivi ( super ammortamento per beni tecnologici, software ed economia circolare) , il rifinanziamento della legge Sabatini, il  credito d’ imposta per la “Formazione 4.0” e nuove risorse ad interventi per incentivare gli investimenti delle imprese, alle infrastrutture sociali e al risparmio energetico nelle regioni del Mezzogiorno.

( comunicato stampa ufficiale del Consiglio dei Ministri)

se vuoi essere aggiornato su argomenti di questo tipo, iscriviti alla newsletter di fatturadigitale.com

  • iscriviti alla newsletter

    ricevi tutti gli aggiornamenti sul tuo indirizzo email
  • legge di bilancio 2020 cambiamenti per il regime forfettario

    error: contenuto protetto