FATTURAZIONE ELETTRONICA: novità e le semplificazioni

Dall’approvazione della Legge di Bilancio 2019 da parte del Consiglio Dei Ministri, emergono novità e semplificazioni in materia di fatturazione per il nuovo anno.

Cosa prevede il Decreto Fiscale approvato sulla fatturazione elettronica?

  1. In merito alla fatturazione elettronica, il Decreto Fiscale conferma la sua entrata in vigore al prossimo 1 gennaio 2019, ma fino a giugno 2019 si riducono le sanzioni previste per dar modo a tutti di adeguare i propri sistemi informatici.
  2. Diventa obbligatorio dal 1 luglio 2019, per coloro che hanno un volume d’affari superiore a 400 mila euro, la memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi,  eliminando così l’obbligo della tenuta dei registri e conservazione delle fatture e degli scontrini. Per coloro che hanno un volume d’affari inferiore ai 400 mila euro, l’obbligo scatterà da gennaio 2020.
  3. Si semplifica la procedura di emissione della fattura, si passa infatti dall’attuale obbligo di emissione nello stesso giorno in cui si effettua l’operazione, alla possibilità di emettere la fattura entro 10 giorni dall’operazione a cui si riferisce, con la successiva annotazione  nel registro entro il 15 del mese successivo alla loro emissione, anzichè entro 15 giorni dall’emissione come previsto attualmente, e l’abrogazione dell’obbligo di registrazione progressiva degli acquisti.
  4. Slitta il pagamento dell’IVA al momento in cui la fattura viene incassata.
  5. Infine dal prossimo luglio 2019 diventerà obbligatorio il processo tributario telematico, per ora solo facoltativo.

Cos’altro è stato incluso nel Decreto Fiscale firmato il 15 ottobre 2018?

  1. Si parla di ROTTAMAZIONE TER – Si prevede, per chi aveva già beneficiato della rottamazione bis e ha versato almeno una rata, la possibilità di ridefinire il proprio debito con il fisco (relativo al periodo tra il 2000 e il 2017) a condizioni agevolate, tra cui l’esclusione dal pagamento delle sanzioni e degli interessi di mora, la possibilità di rateizzare il pagamento (massimo 10 rate consecutive di pari importo) in 5 anni pagando un interesse ridotto del 2% l’anno e quella di compensare i debiti con il fisco con i crediti nei confronti della pubblica amministrazione.
  2. STRALCIO DEI DEBITI FINO 1000 EURO – Si prevede la cancellazione automatica di tutti i debiti con il fisco relativi al periodo che va dal 2000 al 2010 di importo residuo fino a 1000 euro.
  3. DEFINIZIONE AGEVOLATA – Sono previste varie ipotesi di definizione agevolata delle controversie tra i contribuenti e il fisco. In particolare, si prevede la definizione agevolata dei carichi affidati all’agente della riscossione a titolo di risorse proprie dell’Unione europea; delle controversie tributarie nei confronti dell’Agenzia delle entrate; degli atti del procedimento di accertamento; degli atti dei procedimenti verbali di contestazione; delle imposte di consumo.

Consiglio dei Ministri semplifica le procedure della fatturazione elettronica

Approndimenti
Comunicato Stampa del Consiglio dei Ministri n. 23

Siti Consigliati
Normative fatturazione elettronica :agenzia delle entrate 
Software fatturazione elettronica: Company015 

 

error: contenuto protetto