FATTURAZIONE ELETTRONICA : autofattura omaggi esempi e chiarimenti dall’AdE

Diversi sono i temi caldi che si ripropongono e che richiedono maggiore attenzione in materia di fatturazione elettronica, tra questi le autofatture e le fatture per reverse charge,  per le quali l’Agenzia delle Entrate cerca di fare ancor più chiarezza.

Per quanto riguarda le autofatture e nello specifico per quelle emesse per omaggi, l’agenzia delle entrate (nelle faq del 29 novembre) spiega che andranno emesse in formato elettronico ed inviate al SdI.

come fare l'autofattura per omaggi dal 1 gennaio 2019 Condividi il Tweet

Quindi facendo un esempio pratico di autofattura per omaggi , avremo:

in data 02.01.2019 l’ azienda Rossi Mario srl  acquista dall’ azienda Verdi Luigi srl n. 1000 agende e ricevere una fattura elettronica passiva da SdI che acquisisce nel suo sistema gestionale contabile,  per un importo di euro 200,00 + iva 22% ( totale fattura 244,00 ).

in data 03.01.2018 l’azienda Rossi Mario srl emette un’autofattura (quindi mittente e destinatario è sempre Rossi Mario srl ) per n. 1000 agende omaggi aziendali per un importo di euro 200,00 + iva 22% ( totale fattura 244,00 ) e la invia al SdI .

Trattandosi di autofattura, l’azienda Rossi Mario srl , riceverà dal SdI l’autofattura che lui stesso ha inviato, ma questa volta non dovrà  acquisirla nel sistema di gestione contabile.

Cosa succedere invece per le fatture per reverse charge?

Per le fatture emesse per reverse charge, è necessario fare una distinzione.
Per gli acquisti intracomunitari e per gli acquisti di servizi extracomunitari, l’azienda Rossi Mario srl residente o stabilito in Italia,  sarà tenuto ad effettuare l’adempimento della comunicazione dei dati delle fatture d’acquisto ai sensi dell’art. 1, comma 3bis, del d.Lgs. n. 127/15 ( esterometro ).

Per gli acquisti interni per i quali l’azienda Rossi Mario srl  riceve una fattura elettronica in regime di inversione contabile, è prevista una “integrazione” della fattura ricevuta con l’aliquota e l’imposta dovuta e la conseguente registrazione della stessa, quindi l’emissione dell’autofattura, che contiene l’identificativo IVA dell’operatore che effettua l’integrazione ( Rossi Mario srl) sia nel campo del cedente/prestatore che in quello del cessionario/committente , che potrà essere inviata al Sistema di Interscambio.

come fare un autofattura per omaggi o per reverse charge

Siti consigliati:
Come inviare e ricevere fatture dal SdI

 

error: contenuto protetto