FATTURA ELETTRONICA: COME EVITARE L’ESTEROMETRO

Stabilito che per i soggetti passivi identificati ma non stabiliti nel territorio italiano non c’è obbligo di emissione della fattura elettronica, vediamo come emetterle in via facoltativa nei confronti dei soggetti comunitari ed extracomunitari per evitare l’esterometro.

 

Come e quando emettere fatture elettroniche per evitare l’esterometro

  • Emissione FE per Cessione di beni a soggetto passivo comunitario Non imponibili art. 41 c.1 D.L. 331/93)
    nel redigere la Fattura Elettronica,  inserire come CodiceDestinatario”   7 volte X (“XXXXXXX”), oltre all’indicazione della partita Iva comunitaria
    Se non si emettere FE , andrà presentato il modello Intra 1 bis,  mensile o trimestrale a seconda se si supera la soglia di 50.000 euro

 

  • Emissione FE per Prestazione di servizi nei confronti di soggetto passivo comunitario (Art. 7 ter. DPR 633/72)
    nel redigere la Fattura Elettronica,  inserire come CodiceDestinatario” un codice convenzionale   7 volte X (“XXXXXXX”), oltre all’indicazione della partita Iva comunitaria
    Se non si emettere FE , andrà presentato il modello Intra 1 quater,  mensile o  trimestrale a seconda se si supera la soglia di 50.000 euro

 

  • Emissione FE per Cessione di beni nei confronti di soggetto passivo comunitario identificato in Italia (artt. 17 e 35-ter del D.P.R. n.633/1972 )
    nel redigere la Fattura elettronica inserire come  “CodiceDestinatario” con un codice convenzionale con 7 volte lo zero (“0000000”), oltre all’indicazione della partita Iva italiana

 

  • Emissione FE per Prestazioni di Servizi nei confronti di soggetto passivo comunitario identificato in Italia (artt. 17  e 35-ter del D.P.R. n.633/1972 )
    nel redigere la Fattura elettronica inserire come  “CodiceDestinatario” con un codice convenzionale con 7 volte lo zero (“0000000”), oltre all’indicazione della partita Iva italiana

 

  • Emissione FE per Cessione di bene nei confronti di soggetto extracomunitario (non imponibile ai sensi dell’articolo 8, primo comma, lettera a) del DPR 633/1972 )
    nel redigere la Fattura elettronica inserire come  “CodiceDestinatario” con un codice convenzionale con la lettera X ripetuta per 7 volte (“XXXXXXX”).  Nel campo “identificativo fiscale IVA” (punto 1.4.1.1 del tracciato) va inserita la partita IVA della controparte (se esistente) o qualsiasi altro valore che identifichi il cliente riportando il codice Paese extra-UE

 

  • Emissione FE per Prestazioni di servizi nei confronti di soggetto extra comunitario (Art. 7 ter. DPR 633/72)
    nel redigere la Fattura elettronica inserire come  “CodiceDestinatario” con un codice convenzionale con la lettera X ripetuta per 7 volte (“XXXXXXX”).  Nel campo “identificativo fiscale IVA” (punto 1.4.1.1 del tracciato) va inserita la partita IVA della controparte (se esistente) o qualsiasi altro valore che identifichi il cliente riportando il codice Paese extra-UE

 

  • iscriviti alla newsletter

    ricevi tutti gli aggiornamenti sul tuo indirizzo email
  •  

    come evitare l'esteromentro emettendo fattura elettronica

    error: contenuto protetto