FATTURA ELETTRONICA: AUTOFATTURA TD20 CODICE NON PREVISTO

A  cinque mesi dall’entrata in vigore del nuovo regime di fatturazione, i contribuenti hanno ormai imparato a gestire le più svariate casistiche di errori generati nell’emissione di una fattura elettronica. Ma cosa succede quando si emette un’autofattura con codice TD20?

Intanto è doveroso ricordare che l’autofattura è un documento fiscale che un soggetto emette nei confronti di se stesso per regolarizzare ai fini dell’Iva una specifica operazione, al verificarsi di casi particolari previsti dalla legge, quali: .

  1. acquisti di beni o servizi da soggetti non residenti nell’Unione Europea;
  2. cessione di beni aziendali in omaggio;
  3. per autoconsumo.

In tutti i casi sopracitati, l’autofattura viene redatta indicando come codice identificativo il TD01, nella sezione cedente/prestatore e cessionario/committente  i propri dati (ovvero noi stessi), l’indicazione che si tratta di autofattura, viene inviata al SdI, ed il documento che riceviamo come fattura passiva, non va registrata negli acquisti.

Esiste però un’eccezione, ovvero in caso di emissione di autofattura di denuncia, emessa solo in caso di mancata o errata ricezione della fattura fornitore.

autofattura di denuncia codice TD20 non previsto, cosa fare? Condividi il Tweet

Come e quando deve essere emessa un’autofattura di denuncia?

L’autofattura di denuncia per mancata o errata ricezione della fattura fornitore,  può essere emessa solo se il cessionario/committente non ha ricevuto la fattura entro quattro mesi dalla data di effettuazione dell’operazione,  in applicazione delle disposizioni di cui all’art. 6, comma 8 del D.Lgs. n. 471 del 1997. Al trentesimo giorno successivo potrà emettere autofattura con:

  • codice identificativo documento : TD20
  • dati cedente/prestatore : dati del fornitore
  • dati cessionario/committente : dati cliente (noi stessi)
  • indicazione di autofattura  art.6 comma 8 dlgs 471/97
  • invio a SdI
  • registrazione della fattura passiva nel registro acquisti

ATTENZIONE!

Ad oggi quando viene emessa un’autofattura per denuncia, quindi con codice identificativo TD20 , la fattura elettronica passiva che riceviamo dal SDI, riporta il seguente messaggio nella sezione Dati Generali del Documento:

Tipologia Documento TD20 (!!! codice non previsto !!! )

Il supporto tecnico e fiscale dell’Agenzia delle Entrate, ci ha chiarito che non si tratta di un errore di scarto della fattura, nè di una incongruenza nei dati inseriti, ma sembrerebbe solo un alert del sistema,  che non influirebbe nè sul buon esito delle operazioni nè sulla validità fiscale del documento .
Pertanto non andrà emessa nessuna nota di credito, nè andrà modificato il codice identificativo, che per questi casi ( autofattura di denuncia) è solo TD20 .

Ci si augura che la specifica tecnica relativa alla fattura elettronica, che prevede solo i codici TD01 per le fatture, venga al più presto allineata.

se vuoi essere aggiornato su argomenti di questo tipo, iscriviti alla newsletter di fatturadigitale.com

  • iscriviti alla newsletter

    ricevi tutti gli aggiornamenti sul tuo indirizzo email
  •  

    autofattura di denuncia TD20 codice non previsto

    error: contenuto protetto