ESTEROMETRO BOLLO SU FATTURE ELETTRONICHE: COSA CAMBIA DAL 2020

Anno nuovo, provvedimenti fiscali nuovi. Almeno per quanto riguarda il pagamento dell’imposta di bollo per le fatture elettroniche e l’invio dell’ esterometro.

E’ notizia di qualche giorno, che il 2020 porta con sè buone nuove sul fronte degli adempimenti fiscali e non solo , legati alla nuova legge di Bilancio 2020. 

Si parla infatti di un pagamento semestrale per l’imposta di bollo sulle fatture elettroniche, se non si supera la soglia dei 1000 euro annuali

Questo significa che,  se l’importo annuale dell’imposta di bollo da 2 euro sulle fatture elettroniche (sia in formato xml , che cartaceo come per i forfettari) non supererà la «soglia annua di 1.000 euro, l’obbligo del versamento avrà cadenza semestrale, ed il pagamento dovrà avvenire entro il 16 giugno ed entro 16 dicembre di ciascun anno.

esterometro e bollo su fatture elettroniche, le regole dal 2020 Condividi il Tweet

Purtroppo però, non essendo stata ancora pubblicata ufficialmente la data di entrata in vigore, non si hanno nemmeno indicazioni precise su come dovrà essere calcolato il tetto dei 1000 euro annuali, se sulla base del fatturato dell’anno precedente o in altro modo. 

Cosa succederà invece per l’invio dell’esterometro dal 2020? 

Con l’esterometro, ossia la comunicazione dei dati relativi alle operazioni di cessione di beni e prestazioni di servizi effettuate e ricevute verso e da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato italiano, si passa da una cadenza mensile ad una trimestrale, ovvero la comunicazione dovrà avvenire entro la fine del mese successivo al trimestre di riferimento.

Anche in questo caso, seppur la modifica sia stata approvata lo scorso 4 dicembre  dalla commissione Finanze in sede di conversione del D.L.124/2019, non vi è ancora la pubblicazione ufficiale della data di entrata in vigore

Cos’altro prevede il Decreto Fiscale 2020 approvato dalla Camera?

Il testo del decreto fiscale che la scorsa settimana ha incontrato l’approvazione della Camera, prevede anche :

  • per i contribuenti che hanno solo redditi di lavoro autonomo occasionale, la possibilità di presentare il modello di dichiarazione dei redditi 730, e con termine di presentazione entro il 30 settembre dal 2021;
  • estensione del ravvedimento operoso anche a tutti i tributi locali e regionali con riduzioni delle sanzioni ;
  • la riduzione dell’iva del 5% sui prodotti per la protezione dell’igiene femminile compostabili o lavabili e per le coppette mestruali dal 1° gennaio 2020;
  • l’aumento al 70% del reddito fiscalmente esente dei lavoratori italiani e stranieri che riporteranno la loro residenza in Italia dal 2020 , ma anche per coloro che lo hanno già fatto dallo scorso aprile 2019;
  • per gli esercenti, l’obbligo della trasmissione telematica dei corrispettivi  per i soli pagamenti in contanti, per quelli effettuati con mezzi elettronici saranno a cura dei gestori dei servizi stessi ( carta di credito, bancomat, … ). 

se vuoi essere aggiornato su argomenti di questo tipo, iscriviti alla newsletter di fatturadigitale.com

  • iscriviti alla newsletter

    ricevi tutti gli aggiornamenti sul tuo indirizzo email
  •  

    esterometro e bollo fatture elettroniche le regole dal 2020

    error: contenuto protetto