ACQUISTO CARBURANTE CON SPLIT PAYMENT COME GESTIRLO

Finora si è sempre parlato dell’acquisto carburante e relativa emissione della fattura elettronica verso soggetti privati passivi di iva, e delle soluzioni attualmente disponibili. Ma quando è un soggetto con regime in split payment, ovvero in scissione dei pagamenti, come andrà gestito l’acquisto del carburante ?

Intanto va chiarito chi sono i soggetti in split payment, ovvero quei soggetti che versano l’iva fornitori direttamente all’Erario, individuati secondo l’ articolo 17-ter, comma 1-bis, del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633, come modificato dall’articolo 3 del decreto-legge 16 ottobre 2017, n. 148, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 dicembre 2017, n. 172, in :

  • Enti e società controllate dalle Amministrazioni Centrali;
  • Società controllate di fatto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dai Ministeri

  • Enti o società controllate dalle Amministrazioni Locali

  • Enti o società controllate dagli Enti Nazionali di Previdenza e Assistenza

  • Enti, fondazioni o società partecipate per una percentuale complessiva del capitale non inferiore al 70 per cento, dalle Amministrazioni Pubbliche

  • Società quotate inserite nell’indice FTSE MIB della Borsa italiana

e per i quali è possibile consultare l’elenco pubblico dei soggetti in split payment sul sito del MEF .

Nella pratica cosa succede quando un soggetto in split payment acquista carburante?

Come per i soggetti privati, l’acquisto avviene con mezzi tracciabili, quindi bancomat , carta di credito, etc., e viene richiesta regolare fattura con evidenza del regime in scissione dei pagamenti, per la quale l’acquirente pagherà solo l’importo dell’imponibile.
Fin tanto che l’acquisto viene eseguito in presenza del titolare del distributore, la gestione del pagamento e l’emissione fattura avviene senza alcun problema, perchè:

ad un acquisto di 100 euro di carburante
verrà emessa una fattura elettronica con imponibile di euro 81,97 ,
con l’imposta  pari a 18,03 euro ( in scissione dei pagamenti ) ,
con totale fattura 100 euro
importo da pagare 81,97 (pagato contestualmente al rifornimento al titolare del distributore)

FE in split payment : acquisto carburante da distributore automatico , come chiedere il rimborso dell'iva? Condividi il Tweet

company015 come emettere fattura elettronica con split payment automatico?

E se il soggetto in split payment acquista il carburante dal distributore automatico?

In questo caso sembrerebbe più complicato pagare solo l’imponibile dei famosi 100 euro di carburante, ma a pensarci bene forse una soluzione praticabile c’è.

E’ chiaro che se l’acquisto avviene ad un distributore automatico, predisposto all’emissione delle FE tramite app, o con accordi con società che offrono questo tipo di servizio, e che consente l’acquisto con carta di credito, non potrò naturalmente pagare il solo imponibile del rifornimento (euro 81,97 ), ma dovrò pagare l’intera somma (euro 100,00 ) ,  ma è pur vero che per ricevere fattura il distributore dovrà identificarmi, e quindi avrà i miei dati fiscali , trasmessi contestualmente alla richiesta della fattura, o già acquisiti in precedenza, (comprensivi di regime fiscale e  iban ) e pertanto potrà emettere fattura elettronica secondo quanto specificato sopra, e potrà procedere al rimborso dell’importo dell’iva con un riaccredito sulla carta o con un bonifico , con causale ” rimborso per errato pagamento”.

COMPANY015 Codice Destinatario SDI per Pubblica Amministrazione 
COMPANY015 emissione automatica FE per soggetti con regimi fiscali diversi grazie alla rubrica clienti

fattura elettronica con split per acquisto carburante da distributore automatico

se vuoi essere aggiornato su questo argomento, iscriviti alla newsletter di fatturadigitale.com

Widget not in any sidebars

error: contenuto protetto